7° FFCF – L’angolo degli Autori –”Luna piena sulla rocca Stachilagi”

LUNA PIENA SULLA ROCCA STACHILAGI

Sceneggiatura di Paola Fabiani
Tratta dall’omonimo romanzo della stessa autrice
pubblicato nel 2018 dalla casa editrice Stampa Alternativa

LUNAPIENACOP.qxp_COP MEGLIO DIETRO

Sinossi

La notte del 10 maggio 1944, Pietro, professore di lettere e partigiano comunista, sfugge ai tedeschi e ai fascisti che stanno rastrellando la macchia della Marsiliana rifugiandosi con una corsa forsennata all’interno di un rudere: è ciò che resta dell’antica rocca Stachilagi, immersa e nascosta da secoli nel verde scuro della maremma toscana. Lì il protagonista trova una pergamena, scritta in latino e risalente a ottocento anni prima. In essa un frate racconta la sua sorte infelice di essere stato ingiustamente accusato di eresia e per questo murato vivo nei sotterranei di un’abbazia medievale. Il religioso, frate Sabino, chiede a chiunque rinvenga il suo scritto di scoprire la verità circa la sua miserabile fine. Pietro dovrà decifrare le sue misteriose parole: “Die plenae lunae, miser monachus monasterii Selvae, sub antiquo olivae arbore lacrimans, stabat in spelunca in conspectum Domini ante Cathedralis Sovanae Crucem”. E così, in una terra appena liberata dal delirio nazifascista, mentre il cuore ferito degli uomini tenta con coraggio di guarire, il protagonista camminerà a ritroso negli abissi del tempo. Un antico libro che parla di un’abbazia benedettina e degli otto frati che l’abitavano; un dipinto nascosto e dimenticato sotto la polvere dei secoli; e poi altri imprevisti accadimenti: tutto questo si insinuerà con forza nella semplice vita quotidiana di Pietro, fra le aule scolastiche e la casa in cui vive ormai solo con la madre Norina. Dalla biblioteca del paese di Manciano al buio della cripta della chiesa di Santa Fiora, dalla severa cattedrale di Sovana alla possente parete di tufo di Pitigliano: nella cornice delle stagioni che scandiscono i giorni con i loro colori, ciascuna tappa aggiungerà una tessera ad un mosaico paradossalmente sempre più oscuro. Si dovrà attendere l’ultimo tassello perché la inquietante verità di Frate Sabino si sveli finalmente al mondo, insieme al suo tragico destino.

Dove nasce il romanzo e la rocca in lontananza

paola fabiani

Paola Fabiani scrittrice

Paola Fabiani è nata il 13 dicembre del 1974 a Manciano, nella maremma grossetana, dove oggi vive e lavora.
Da sempre ama la musica, la letteratura, il cinema e ogni altra forma d’espressione artistica. E’ medico e scrittrice.
Come medico ha svolto anche missioni umanitarie che l’hanno portata a contatto con realtà difficili.
Come scrittrice, è autrice di favole, racconti, romanzi e sceneggiature.
Nel 2010 scrive le sue prime favole e, poco dopo, inizia a comporre anche brani musicali in testo e musica. Nel 2014 vede pubblicate, con la Casa Editrice Le Brumaie, cinque delle sue favole: “Il cammello stonato”, “La tela di Eugenio”, “Le nuvole curiose”, “L’ombra della lince” e “Vanessa vanitosa”.
Nel settembre del 2018, la Casa Editrice Stampa Alternativa pubblica il suo romanzo dal titolo “Luna piena sulla rocca Stachilagi”. Nel febbraio del 2019, esce con le Edizioni Helicon la sua raccolta di favole e racconti dal titolo “Il barattolo delle favole” con la quale riceve la Segnalazione Particolare della Giuria alla 44° edizione del Premio Letterario Casentino- Sezione Giuseppe Frunzi- Editi. Si classifica al 2° posto alla XVIII° edizione del Concorso Nazionale di Letteratura per ragazzi “C’era una volta..” di Monterchi con la favola dal titolo “Piccolo e Semplice”, che viene poi pubblicata in un volume antologico insieme alle altre classificate. Nel marzo 2020 esce con le Edizioni Helicon la sua trilogia di racconti giallo-noir dal titolo “I racconti della Loira”.
E’ attualmente finalista al 7° Firenze Filmcorti Festival 2020 con la sceneggiatura per lungometraggio “Luna piena sulla rocca Stachilagi” tratta dall’omonimo romanzo.

Se l'articolo ti è piaciuto puoi lasciarci un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.