4085
post-template-default,single,single-post,postid-4085,single-format-standard,theme-elision,elision-core-1.0.9,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,qode-theme-ver-4.3,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive
Title Image

Blog

7° FFCF – L’angolo degli Autori –”Il nuovo che avanza”

  |   Recensioni   |   No comment

IL NUOVO CHE AVANZA – Diego Trovarelli (Italia)

 

Il nuovo che avanza - Frontespizio

SINOSSI
Un comune impiegato si appresta ad affrontare il suo ultimo giorno di lavoro prima di andare in pensione. Invece di essere, però, la giornata delle strette di mano e delle congratulazioni, sarà quella in cui una decisione presa molti anni prima sortirà i suoi micidiali effetti su di lui. L’uomo, avvilito e depresso, consapevole di ciò a cui sta andando incontro, saluta la sua famiglia come se non dovesse rivederla mai più e alle 19.00 si congeda anche dai colleghi dell’ufficio postale. Il suo destino è ora nelle mani di un misterioso tizio con una valigetta, vestito come un vecchio detective anni ’40, che lo preleva alla fine della giornata lavorativa e lo conduce in una stanza in cui dovrà finalmente confrontarsi con il suo passato. Ma non sarà da solo. Contemporaneamente, infatti, un giovane disoccupato si troverà a scoprire suo malgrado, nella stessa stanza, qual è il prezzo del proprio futuro.

 

SYNOPSIS
An ordinary employee is about to live his last day of work before retiring. Instead of being a handshakes-and-congratulations day, it is going to be the one in which a decision taken many years earlier is going to have its lethal effects. This man, depressed and miserable, is aware of what he is going through: he leaves his family as if it was the last time and at 7 p.m. says goodbye to his colleagues from the post office, who almost cry for sadness. His destiny now depends on a mysterious man with a suitcase, dressed like a detective in 1940s, who picks him up at the end of his working day and leads him in a room where he will finally confront himself with his past. But he won’t be alone. At the same time, in the same room, a young man unemployed is about to discover the price for his future.

 

 

 

NOTE DELL’AUTORE
Il nuovo che avanza è una storia dalla marcata impronta tematica che ho cercato di esplorare cimentandomi in un genere di cui sono da sempre appassionato: il distopico. L’intento di questa sceneggiatura, infatti, è quello di tratteggiare un “Cosa accadrebbe se…?” inquietante ma soprattutto sottolineare la perdita di valore del singolo essere umano di fronte a un disegno più grande imposto dall’alto per il “bene” comune. Per raccontare nel modo giusto questo tipo di vicenda, ho cercato di adottare una scrittura asciutta, diretta e privo di ricami, proprio per conferire alla sceneggiatura un tono piatto e grigio che potesse aiutare il lettore ad avvicinarsi il più possibile allo stato d’animo dei protagonisti.

 

AUTHOR’S NOTES
Il nuovo che avanza is a stylized story in a genre that I have always been passionate about: distopias. I tried to explore the genre and test myself with this script. The aim of the screenplay is to outline a disturbing “what if…?” but most importantly, to underline the loss of value of the singular human being in front of a bigger plan imposed by somebody at the top for the common “good.” In order to tell this kind of story in the right way, I tried using a writing style that was dry, direct, and deprived of embellishment in order to confer to the screenplay a flat and grey tone that could help the reader approach the mood of the protagonists as much as possible

 

 

Diego-02

DIEGO TROVARELLI – SCENEGGIATORE
Nato a Marsciano (Perugia) nel 1984. Dopo la laurea in Scienze e Tecnologie della Produzione Artistica all’Università di Perugia con una tesi su Matteo Garrone, lavora come assistente alla regia e nel 2015 è per un breve periodo nel team di produzione di Magnolia Roma. Sceneggiatore e autore pubblicitario, nel 2016 firma lo script di La conosci Jingle Bells?, cortometraggio presentato allo Short Film Corner della 70esima edizione del Festival di Cannes, sceneggiatura riconosciuta di interesse culturale dalla direzione generale del MiBACT. Nel 2018 vince il “Premio Luciano Vincenzoni” per il miglior soggetto cinematografico under 35. Tra il 2019 e il 2020, il suo short script La confessione viene selezionato da festival internazionali in 12 Paesi nel mondo ricevendo 9 premi tra Italia, Francia, Germania, Romania, Slovacchia, Russia, Venezuela e Stati Uniti. Nella primavera 2020, Il nuovo che avanza vince il “Florence Film Award” come miglior sceneggiatura di cortometraggio dell’anno e il “Premio InediTO – Colline di Torino”.

 

DIEGO TROVARELLI – SCREENWRITER
Diego Trovarelli was born in Marsciano (Perugia) in 1984. He earned a degree in Science and Technologies of Artistic Production at the University of Perugia, with a thesis about Matteo Garrone. In 2015, he was part of the production team of Magnolia Roma and worked as a assistant director. Screenwriter and advertisement author, he wrote the script of What about Jingle Bells?, a short-film presented at the 70th edition of the Festival de Cannes’ Short Film Corner. The screenplay was awarded as a cultural interest by the general direction of the MiBACT (the Italian Ministry of culture and tourism). In 2018, he won the “Luciano Vincenzoni Award” for best movie synopsis written by screenwriters under 35. Between 2019 and 2020, his short script The confession has been selected by international festivals in 12 different countries and has won prizes in Italy, France, Germany, Romania, Slovakia, Venezuela, Russia and the United States. In spring 2020, Il nuovo che avanza won the “Florence Film Award” as best short-film screenplay of the year and “Premio InediTO – Colline di Torino”.

 

No Comments

Se l'articolo ti è piaciuto puoi lasciarci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.