2846
post-template-default,single,single-post,postid-2846,single-format-standard,theme-elision,elision-core-1.0.8,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,qode-theme-ver-4.2,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive
Title Image

Blog

Il Firenze FilmCorti Festival per le giovani generazioni

  |   Festival, Film Corti   |   No comment

(marino demata) Un anno fa abbiamo aperto il Booklet, col quale abbiamo visivamente riassunto il 5° Firenze FilmCorti Festival, con l’espressione “atmosfera giovanile come marchio di fabbrica dell’intero evento”. Sapevamo certo bene, quando abbiamo scelto questa espressione, che “atmosfera giovanile” può apparire un termine vago e generico, i cui contenuti sono difficilmente dimostrabili.
Col Festival di quest’anno abbiamo invece riempito di contenuti sostanziali questa espressione e riscontrato, attraverso atti concreti, di aver portato al Festival un pubblico a maggioranza giovanile.
Enea e DidoneIl primo atto è stato, il 15 aprile scorso, la stipula di una “Convenzione quadro” tra la nostra Associazione “Rive Gauche-Festival”, organizzatrice del Firenze FilmCorti Festival, e l’Accademia di Belle Arti di Firenze: un atto importante nel quale ha creduto e crede fortemente il Direttore Claudio Rocca. E va rimarcato che siamo arrivati a tale importante documento anche grazie all’impegno di Valentina Gensini, la Direttrice Artistica de Le Murate Progetti Arte Contemporanea, che collabora da anni col nostro Festival.
Nella Convenzione c’è, tra gli altri importanti principi espressi, il riconoscimento, del valore della nostra Associazione, considerata tra le “principali istituzioni culturali cittadine”.
Poche settimane dopo la stipula della Convenzione, il Festival ha aperto i lavori delle sue giornate primaverili, dal 30 maggio al 2 giugno, con una grande iniziativa: l’organizzazione del Festival ha infatti promosso atti concreti per ospitare per la prima volta non solo i professori dell’Accademia, ma soprattutto i giovani allievi e segnatamente gli appassionati di cinema, impegnati nei corsi che hanno al centro gli audio-visivi, la tecnica e la cultura del cinema in rapporto alle altre forme d’arte figurativa. Mai era stato creato in un Festival di film corti uno “Spazio giovani” di così ampie proporzioni (tutti i giorni dalle 10.00 del mattino alle 15.00) come quello che il 6° Firenze FilmCorti Festival ha voluto mettere a disposizione dell’audience 2019-05-31 - Rive Gauche - 2019 Firenze FilmCorti Festival-46giovanile e studentesca. In tale spazio i giovani dell’Accademia hanno potuto mostrare al pubblico del Festival i loro lavori, la loro inventiva e le loro capacità di fare cinema, con una serie di opere che sono state oggetto di un vero e proprio concorso. Assieme a loro sono arrivati, all’interno dello Spazio giovani, anche alcune delle Scuole di cinema fiorentine con le loro più interessanti opere.
Ma non basta. Lo “spazio giovani” si è costituito anche come una delle Giuria del Festival. Infatti un gruppo di opere in concorso, provenienti praticamente da tutto il mondo, è stato proiettato proprio nella fascia oraria dedicata ai giovani e da loro stessi giudicate. Sono nati dunque in questo spazio “dedicato” due nuovi premi. Il premio alla migliore opera realizzata nell‘Accademia di Belle Arti, e il premio Spazio Giovani al miglior film in concorso tra quelli visonati in tale “spazio”. E probabilmente non è stato un caso che quest’ultimo premio sia andato ad un film inglese girato da un regista italiano molto giovane.
Per la sessione autunnale del Festival, in programma tra pochi giorni, dal 16 al 18 ottobre segnaliamo altre importanti novità che riguardano l’universo giovanile: per la prima volta trovano spazio nel nostro Festival, nella mattinata del 16 ottobre, assieme ad una selezione internazionale di cartoni animati, alcuni film realizzati dalle scuole e interpretati dagli allievi. Due film provengono dalla scuola primaria Rodari di Cecina, un altro film proviene dalla Scuola Media Dante Alighieri di Modugno (Bari). Con queste opere si è aperto ufficialmente, all’interno del nostro Festival , il binomio “scuola – cinema”, che potrà avere altri più ampi e significativi riscontri a partire dalla prossima edizione del Festival, la settima, che si svolgerà nella prima settimana di maggio del 2020.

No Comments

Se l'articolo ti è piaciuto puoi lasciarci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.